Weekly spotlight: LinkedIn e Instagram

Puntuali come un orologio svizzero, Weekly Spotlight mette in luce le più im-portanti novità della settimana del mondo digitale.
Questa settimana le news principali provengono da Linkedin e Instagram.

1. LinkedIn integra le Stories

Dopo Snapchat, Instagram, Facebook e Pinterest, anche il Social Professio-nale per antonomasia – conosciuto per la sua struttura rigida e formale – cede al fascino delle stories.

 

 

Ed è così che la generazione dei Boomer, che principalmente popola Linke-dIn, si accosta ai Millennials con un sorpasso inaspettato in curva.

Non dovremmo nemmeno scriverlo, ma a scanso di equivoci: cosa è una stories? Pillole video di pochi secondi – visibili solo per 24 ore – condivise in maniera istantanea.

Tutto bellissimo, ma ecco crescere davanti a noi un pop up con un grandis-simo WARNING!
Il rischio di cadere nel barato nel quale aleggiano gattini, frasi fatte e gif del buongiorno, dobbiamo dircelo, c’è.

Sono bastati un paio di giorni e nella homepage si sono riversati i primi ‘’Buongiornissimo Kaffèè?!11’’ e la cosa è alquanto spaventosa.

Ma prendiamo un respiro profondo – nulla è ancora perduto – e ricordiamo: su Linkedin si condividono contenuti professionali.

Se utilizzate in modo corretto la presenza delle storie può infatti generare un incremento notevole in termini di engagement sulle pagine e sui profili.

Diamo spazio alla creatività. Brevi video di massimo 20 secondi, immagini al-le quali si possono sovrapporre stickers, tag e la domanda del giorno alla quale si può rispondere.
Le possibilità attualmente sono molto limitate (probabilmente proprio per evi-tare un boom trash sul social).

Utilizzando l’app mobile gli utenti possono visualizzare le Stories – sia dai profili personali che dalle pagine che seguono – reagendo direttamente al contenuto pubblicato attraverso un messaggio privato.

Linkedin Stories: strumento utile per i business o potenziale bomba di auguri del buongiorno?

2. Instagram implementa lo scroll automatico

Anche Mark Zuckerberg – CEO di Instagram, Facebook, Whatsapp e a mo-menti re del mondo – sembra aver iniziato ad ascoltare le preghiere dei suoi utenti. Non so voi ma io attendevo questo aggiornamento da tempo ormai.

Scenario.
Apri instagram o TikTok in modo passivo mentre fai tutt’altro, magari prepari qualcosa da mangiare o ti stai preparando per uscire.
Vedi un video che ti interessa ma appena finito ricomincia in loop fin quando non lo interrompi. Per scrollare il feed devi raggiungere il telefono e magari con le mani unte da cibo devi toccare lo schermo.
Siamo forse ancora nel Medioevo?! Dai su!

Onestamente mi aspettavo un aggiornamento simile da parte di TikTok, ma il caro Mark ha giocato d’anticipo. Chapeau.

Da pochi giorni i video che visualizziamo tramite la sezione Esplora scrollano verso il basso in automatico. Un contenuto dopo l’altro – in un loop infinito – che genera dipendenza.

Al momento la funzione non è disponibile sulla homepage, attendiamo ulte-riori novità da Zuckerberg.

Automatico o Manuale? Rimarrai fedele allo scroll del tuo affezionato pollice o passerai al lato oscuro del Lazy Scrolling?

Come Possiamo
Aiutarti?

Sede Operativa
Via G. A. Guattani, 3 – 00161 Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l’esperienza di uso delle applicazioni online. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso di cookie.